Chi siamo

È da molto tempo che volevamo aprire un blog per parlare di calcio.

Perché il calcio? Sarebbe stato meglio un blog che parlasse di letteratura, politica, musica; ciononostante a ben pensarci la scelta è più semplice di quel che appaia.

Pallone e bicicletta. Sono le prime cose che da bambino vuoi comprare e che ti permettono di stringere legami con gli altri, in un certo senso ti fanno pure sentire libero (sempre che si possa immaginare di non esserlo a quell’età) e soprattutto indipendente.

Perché in fondo tutti noi, con il nostro inseparabile pallone di tela, cercavamo vicino casa una saracinesca di un vicino perennemente assente o più semplicemente distratto. E quella saracinesca diventava la porta per giocare a undici o a porta romana; poi ne trovavi un’altra, non importa se di fronte, se distante 15 o 30 metri, e quell’altra diventava la seconda porta.

Dopo qualche anno tenti di convincere in tutti i modi i tuoi genitori (soprattutto il babbo, che in fondo in questo ci capisce) di iscriverti anche solo nella seconda squadra di paese, giusto per cercare di imitare il proprio beniamino di cui abbiamo appena trovato la figurina da incollare nell’album Panini.

Poi cresci e capisci che esistono cose più importanti del calcio, che ti fanno soffrire di più e che ti danno più gioie. Eppure non esiti un secondo ad accettare l’invito dei tuoi amici che hanno appena prenotato il campetto. Eppure la domenica non è domenica se al pranzo con la famiglia non segue la carrellata di partite da seguire, o con l’abbonamento a qualche pay-tv o più semplicemente alla radio. Eppure, per quanto il mondo possa andare storto per i più svariati motivi, una partita persa dalla tua squadra del cuore ti fa incazzare più di ogni altra cosa.

Potremmo quindi parlare di altro oltre che di calcio? Forse sì.

Potremmo mettere la stessa passione? Forse no.

Ci auguriamo di coinvolgervi con le nostre parole, le nostre idee, con il nostro modo di vivere il calcio. Con molti di voi non condividiamo lo stesso tifo, gli stessi idoli, le stesse gioie sportive, ma ciò non conta: condividiamo la stessa passione per lo sport più bello del mondo.